Archivi categoria: storia

Giornata della memoria

Standard

Nel seguente sito della RAI creato per ricordare gli eventi della “SHOAH” si trovano diverse informazioni sull’argomento.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-61869bea-f112-4876-aef2-b990a70f6172.html

 

 

Il ghetto di Terezin fu il maggior campo di concentramento della Cecoslovacchia. Era un campo di passaggio verso altri campi come quello di Auschwitz-Birkenau. In esso fu concentrato il maggior numero di prigionieri bambini, compresi i neonati, circa 15.000. La maggior parte di loro non ritornò più a casa, morì nelle camere a gas di Auschwitz durante il 1944. Meno di un centinaio si salvò e tutti avevano più di 14 anni. 

La farfalla

 

Alcuni adulti deportati nel ghetto-Lager di Terezin, avevano organizzato di nascosto una scuola dove bambine e bambini potevano studiare, scrivere, disegnare. Alla liberazione del ghetto-Lager molti scritti e disegni sono stati salvati e così noi oggi possiamo leggerli e vederli. Negli scritti soprattutto poesie e nei disegni sono descritte le condizioni di vita nel ghetto-Lager. 

 

 

 

LILIANA E LA SUA STELLINA

Liliana Segre è una delle poche sopravvissute, ancora in vita, ai campi di sterminio, ma è anche l’unica bambina sopravvissuta alla deportazione del treno partito il 30 gennaio 1944 dalla Stazione Centrale di Milano con 605 detenuti ebrei, per il lager di Auschwitz Birkenau in Polonia.

Oggi Liliana Segre è una testimone molto importante perché dal 1990 racconta pubblicamente molte scuole italiane la sua esperienza unica:

  • perché non accadano mai più stermini;
  • perché la memoria di ciò che è stato non vada perduta;
  • perché non dimenticare è tramandare alle generazioni future;
  • per dare voce, con le sue parole,  a tutti quelli che alla Shoah non sono sopravvissuti.

Qui di seguito il link per scaricare il fumetto “Liliana e la sua stellina”

realizzato dalla classe VB della scuola “Odoardo Giansanti” di Pesaro a. s. 2013/14

Liliana-e-la-sua-stellina-il-fumetto1